PostHeaderIcon Cosa fare il primo giorno a Dublino

Dopo essere arrivati in hotel e aver sistemato i bagagli, era oramai giunta l’ora di andare a dormire, ma prima abbiamo ben pensato di organizzare la giornata di domani.

Uno strumento indispensabile durante questi viaggi è certamente la famosissima guida Lonely Planet, sulla quale potrete trovare tutto sulla città da visitare. La cartina in dotazione con la guida l’abbiamo utilizzata per tutta la vacanza, ed è estremamente utile. Un’altra sezione che vale la pena leggersi è quella delle giornate organizzate; la Lonely Planet infatti propone l’organizzazione di tre giornate, partendo dalla mattina, visitando luoghi di interesse e musi, consigliandovi un posto tipico in cui pranzare, come trascorrere il pomeriggio, dove cenare e cosa fare dopo cena! Le loro proposte sono davvero interessanti tanto che il giorno successivo, abbiamo fatto la proposta numero uno. Chiaramente potrete personalizzarla come più vi aggrada, cambiando strade a aggiungendo tappe.

Il consiglio più importante che ci sentiamo di darvi è: se come noi decidete di viaggiare a piace, mettete scarpe comode! Sicuramente è banale, ma per me è stato un po’ problematico in quanto avevo scarpe che non hanno ben fatto il loro dovere. Portatevi dell’acqua in uno zainetto, purtroppo comprandola si spende una fortuna, circa 2,50€ per mezzo litro. Per cibo e bevande in effetti Dublino non è il massimo dell’economia. Quindi compratevi due belle bottiglie grandi di acqua nei numerosissimi supermercati sparsi in tutte le vie e aperti tutta la notte, e portatevi via una o due bottigliette d’acqua.

A noi non è mai servito, ma se vedete che il tempo è un po’ instabile, portatevi con voi anche un ombrellino portatile o in alternativa un keeway; le pioggerelle potrebbero verificarsi spesso e durare poco quindi l’ombrello rischia di essere un impiccio. Da questo punto di vista noi siamo stati molto fortunati in quanto non ha mai piovuto.

Ricordatevi di tenere sempre con voi la Guida e la cartina. Per il resto dipende dai vostri interessi. Io e la mia ragazza ad esempio siamo appassionati di fotografia, quindi io in spalla avevo sempre lo zaino con l’attrezzatura fotografica; schiena a pezzi!

Dopo tutto ciò siamo andati a dormire, in attesa di visitare la città.

Lascia un Commento