La Dogana di Dublino (in inglese The Custom House)

The custom house - La dogana di Dublino - Irlanda

The custom house - La dogana di Dublino - Irlanda

ospita attualmente il Ministero irlandese per l’Ambiente, il Patrimonio ed il Governo Locale. È collocata sulla sponda settentrionale del fiume Liffey. L’edificio fu progettato, dall’architetto James Gandon, e inizialmente aveva lo scopo di essere la dogana per il Porto di Dublino. I lavori di costruzione terminarono nel 1971 e alla fine furono necessarie 200.000 sterline per giungere a conclusione del lavoro. Successivamente il porto di Dublino fu spostato più a est, di conseguenza l’utilizzo dell’edificio come dogana venne meno e fu destinato a quartier generale del governo locale in Irlanda. Fu proprio a causa di questo nuovo utilizzo che nel 1921, durante la guerra d’indipendenza irlandese, l’Irish Republican Army distrusse l’edificio con lo scopo di fare cessare il dominio inglese in Irlanda. La cupola crollò e molti dati storici bruciarono assieme ai registri delle nascite, dei matrimoni avvenuti sino al Medioevo.

Successivamente al trattato Anglo-Irlandese, Custom House fu ricostruita da lgoverno dello Stato Libero d’Irlanda e furono utilizzati materiali decisamente diversi da quelli originali, come ad esempio la cupola che venne ricostruita con il calcare di Ardbraccan, molto più scuro rispetto la pietra di Portland utilizzata nella versione ptecedente della costruzione.

La Custom House è ornata da sculture realizzate da Edward Smyth, Thomas Banks ed Agostino Carlini; le statue umane sono rappresentano divinità e territori. Tra le varie decorazioni ci sono dei rilievi rappresentanti rilievi araldici, che stranamente non sono quelli del sovrano britannico ma del re d’Irlanda: un unicorno ed un leone sostengono un’insegna con un’arpa.