Wellington Monument a Phoenix Park Dublino Irlanda

Wellington Monument a Phoenix Park Dublino Irlanda - Si tratta di uno dei maggiori parchi recintati d'Europa, più esteso sia del Central Park di New York che dell'Hyde Park di Londra. Oggi nel parco si tengono numerosi concerti e l'annuale Phoenix Park Motor Race.

Durante la seconda guerra mondiale, l’Irlanda rimase neutrale. Rimase talmente distaccata dal conflitto che dagli irlandesi non era neppure chiamata guerra ma “emergenza”. Dublino, grazie alla neutralità dell’Irlanda rimase chiaramente non coinvolta nella guerra, ad eccezione di alcune bombe che colpirono accidentalmente il “North Wall” (Il North Wall è un quartiere operaio a nord di Dublino). L’attacco fu considerato un incidente anche se alcuni sostengono che si sia trattato di una vendetta contro la decisione presa da De Valera (È stato una tra le figure di spicco della lotta irlandese per l’indipendenza dalla Gran Bretagna nella prima parte del XX secolo. Successivamente è stato tre volte Capo del Governo della Repubblica d’Irlanda) di mandare delle autopompe in aiuto alla cittadinanza di Belfast dopo che fu pesantemente bombardato.

Una parte dell’IRA auspicava di usufruire della guerra per farsi aiutare dai tedeschi ad invadere l’Irlanda del nord. A dicembre del 1939, l’Irlanda del nord rubò quasi tutte le munizione dell’esercito irlandese dal deposito di Phoenix Park (un grande parco situato a 3 km a nord-ovest del centro di Dublino) a Dublino. Come contromossa De Valera arrestò molti esponenti del’IRA e altri invece vennero giustiziati. Durante il periodo di guerra inoltre, Dublino fu soggetta al razionamento e la comunità ebraica si allargò ospitando ebrei che fuggivano dalle oppressioni naziste.